Chi siamo

Per prima cosa non siamo una multinazionale, o un’azienda nata per fare profitti.

Siamo un gruppo di persone che riunite dal 2009 all’interno dell’Associazione Costiera Amalfitana Riserva Biosfera (Acarbio), oltre a svolgere attività di divulgazione su un territorio Patrimonio Unesco, su tematiche ambientali e di sviluppo ecosostenibile, si occupa anche di biodiversità e di recupero di produzioni agrarie in via di estinzione.

La sede dell'Associazione Acarbio (Tramonti, Costiera amalfitana)

La sede dell’Associazione Acarbio (Tramonti, Costiera amalfitana)

Per poter realizzare questo progetto di “recupero” del pomodoro Re Umberto, abbiamo dato vita nel 2012 ad un Protocollo d’Intesa con il Cra/ Centro di Ricerca per l’Orticoltura di Pontecagnano e con il Comitato dei Distretti Rurali delle Aree Interne e Protette della Regione Campania.

Abbiamo così collegato il “mondo scientifico” con il “mondo rurale” per stimolare il settore agricolo locale, composto da piccoli contadini, a non abbandonare la terra ma a intravedere in essa una possibilità di sviluppo economico, con la messa in coltura di un’antica varietà agraria come il pomodoro Re Umberto, che stava scomparendo.

E grazie alle nostre attività di “condivisione” e di progettualità legata all’ambiente e ai giovani, siamo in contatto anche con molte organizzazioni internazionali che supportano i nostri progetti.