Trasformazione

Grazie ad un “Protocollo interno sperimentale” è stato possibile avviare la prima produzione del pomodoro Re Fiascone. La trasformazione è avvenuta presso il laboratorio “Impresa Agricola Sabato Abagnale” con sede a Sant’Antonio Abate, secondo le antiche tecniche utilizzate sul territorio. La scelta del laboratorio è stata di fatto improntata sull’assoluta qualità della produzione e garanzia del metodo usato. Sabato Abagnale con la sua attività “Terra, Amore e Fantasia“, rappresenta un marchio di qualità: per il suo impegno a favore dei contadini e delle produzioni locali di qualità, per la sua ricerca spasmodica di un prodotto che sia d’eccellenza e secondo tradizione.

Sabato Abagnale nel suo laboratorio a Sant'Antonio Abate

Sabato Abagnale nel suo laboratorio a Sant’Antonio Abate

 

PROTOCOLLO INTERNO SPERIMENTALE

per la valorizzazione del Pomodoro “Re Umberto”

Premesso che:

in data 4 ottobre 2014 a Castel San Lorenzo (SA) è stato sottoscritto l’atto costitutivo del Comitato Promotore per l’istituzione dei Distretti Rurali, Agroalimentari di Qualità e di Filiera per le Aree Interne e Protette della Provincia di Salerno;

in data 27 novembre 2014 nell’ambito della prima assemblea del Comitato è stato nominato come Consigliere per l’Area Costiera (Costa d’Amalfi e Penisola sorrentina, Vincenzo Sannino in quanto Presidente dell’associazione Acarbio;

  • nell’ambito del Tavolo scientifico e d’Innovazione è emersa l’importanza di avviare una formazione integrata sulla pizza, in quanto pietanza integrata su più filiere;

  • in data 26 aprile sono stati consegnati i semi agli agricoltori custodi, previa caratterizzazione a cura del CRA – ORT di Pontecagnano;

  • in data 6 maggio 2015 si è svolto l’incontro fra l’Assessore Regionale all’Ambiente Giovanni Romano e Cipriano Marin Responsabile del Centro Unesco Canarie;

  • Acarbio ha proposto la valorizzazione del pomodoro Re Umberto, in quanto elemento caratterizzante dell’Area Costiera e della storia della Pizza di Tramonti ed in data 26 aprile 2015 nell’ambito dell’evento Tramonti Pizza Meeting ha distribuito ai singoli agricoltori disponibili il seme del pomodoro sopracitato;

  • Il Comune di Tramonti si è dichiarato pubblicamente disponibile alle eventuali modifiche della De.Co. comunale per fare di questo progetto di valorizzazione una strategia d’area;

  • I restanti partner hanno già tutti aderito al Comitato Promotore per l’istituzione dei Distretti;

  • Tale progetto oltre ad essere determinante per la creazione del Distretto Rurale della Costa d’Amalfi e della Penisola sorrentina è anche un elemento di promozione territoriale per la candidatura dell’area stessa come riserva Mab Unesco;

Tutto ciò premesso i sotto elencati partners:

  1. Ente per lo Sviluppo Sostenibile “ I Piccoli Campi Srl”, in qualità di Soggetto Promotore e Capofila del Comitato Promotore per l’istituzione dei Distretti Rurali, Agroalimentari di Qualità e di Filiera per le Aree Interne e Protette della Provincia di Salerno, nella persona del Presidente Arch. Anna Pina Arcaro;

  2. Acarbio, in qualità di referente del Comitato per la parte privata dell’AREA COSTIERA (Costa d’Amalfi e Penisola Sorrentina), nella persona del Presidente Vincenzo Sannino;

  3. Cooperativa Comunicazione e Territori, aderente al Comitato nell’ambito dell’Area Costiera, nella persona del Presidente Antonio Di Martino;

  4. Elenco degli agricoltori custodi:

B. R., Tramonti, O. R., Tramonti, A. A., Tramonti, O. N., Tramonti, F. L., Tramonti

SI IMPEGNANO

ognuno per la propria competenza, a caratterizzare, produrre, trasformare, promuovere e commercializzare linee di prodotto collegate al pomodoro Re Umberto (detto Fiascone).

Semenzaio pomodoro Re Umbert

Un semenzaio del pomodoro Re Umberto

I ruoli sono così definiti:

Ente per lo Sviluppo Sostenibile “ I Piccoli Campi Srl”:

  • Soggetto Capofila e Responsabile

  • Redazione atti tecnici, amministrativi e contabili

  • Redazione del progetto di Strategia d’Area (fermo restante la delibera ed il Protocollo con il Comune di Tramonti);

  • Caratterizzazione scientifica del Pomodoro Re Umberto in collaborazione con CRA ORT di Pontecagnano;

  • Controllo della produzioni del pomodoro per tramite dell’Accordo effettuato per i Distretti con il CRA di Roma, giusta nota del 23 settembre 2014 prot. n° 58480 a firma del Presidente Alonzo e riconfermata dall’attuale Commissario Salvatore Parlato, in data 13 febbraio 2015 Prot. n° 9311;

  • Scelta del laboratorio di trasformazione del prodotto (almeno fin quando non si  realizzerà un laboratorio all’interno della Rete stessa);

  • Vendita diretta e/o tramite la piattaforma on line della Struttura tecnica e Soggetto Capofila del Comitato “Rigenerativo è”;

Acarbio

  • Attività d’animazione e promozione territoriale nell’ambito dell’Area Costiera

  • Coordinamento della filiera con Gruppi GAS (Gruppo d’Acquisto Solidale), Corporazione pizzaioli, con produttori primari, ecc.

  • Collaborazione per la redazione del progetto di Strategia d’Area a farsi per conto del Comune di Tramonti

  • Raccolta fondi per la valorizzazione del Pomodoro

  • Progettazione e registrazione del marchio e packaging del Pomodoro Re Umberto, detto Fiascone

  • Inserimento tale attività nell’ambito della candidatura MAB UNESCO della Area Costiera

Cooperativa Comunicazione e Territori

  • Monitoraggio e coordinamento dei produttori

  • Messa a disposizione dell’elenco dei produttori e luoghi per le verifiche e stato di produzione

  • Ritiro del prodotto

  • Trasporto del prodotto al laboratorio designato

  • Responsabile della quantità e della conservazione in deposito del prodotto trasformato in località

Gli Agricoltori custodi s’impegnano a seguire il disciplinare per caratterizzazione al fine di porre le base ad un Consorzio di Tutela del Pomodoro Re Umberto ed il rispetto di tutte le norme previste dalla vigente normativa sui fitofarmaci, in modo particolare sui tempi di carenza dall’ultima irrogazione.

Il tutto con l’obiettivo finale di creazione di un Consorzio di Tutela “Pomodoro Re Umberto” oltre naturalmente alla creazione delle basi del Distretto Rurale dell’Area Costiera mettendo intorno a questo primo prodotto altri complementari ed in progress.

Il primo anno sarà sperimentale e sarà contrattualizzato i seguenti Laboratori di trasformazione:

Impresa Agricola Sabato Abagnale con laboratorio nel comune di S. Antonio Abate

(Tramonti, li 20 Agosto 2015)